Pubblicato il nuovo codice degli appalti

È stato pubblicato il D.Lgs. del 18 aprile 2016, n. 50 riguardo “l’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture”. Il decreto si compone di sei parti:

I parte: contiene i campi d’applicazione, i principi, le disposizioni comuni e le esclusioni;

II parte: contiene le norme sui contratti di appalto per lavori, servizi e forniture. Nello specifico, norma i metodi di calcolo del valore stimato degli appalti, la qualificazione delle stazioni appaltanti, le procedure di affidamento, l’aggiudicazione e l’esecuzione dell’appalto;

III parte: norma la materia dei contratti di concessione (principi generali e situazioni specifiche, garanzie procedurali, esecuzione delle concessioni).

IV parte:  disciplina il partenariato pubblico-privato e contraente generale;

V parte: tratta delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari;

VI parte: include le disposizioni finali e disciplina il contenzioso, i ricorsi giurisdizionali, i rimedi alternativi alla tutela giurisdizionale, la governance, le disposizioni transitorie, di coordinamento e le abrogazioni.

Fonte: Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana

Decreto consultabile

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Torna su