Sicurezza sul lavoro – Accordi Stato–Regioni inerenti la formazione Sicurezza (D.Lgs. 81/2008): corsi in scadenza.

Vista l’imminente scadenza del 11/1/2013, vi rinviamo la comunicazione del 26/3/2012 riguardante la formazione obbligatoria dei lavoratori, prevista dalla legge in merito alla Sicurezza sul lavoro.

Oggetto: nota informativa sugli accordi Stato–Regioni inerenti la formazione Sicurezza (D.Lgs. 81/2008).

Nella Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 8 del 11/01/2012 sono stati pubblicati i due Accordi sanciti il 21/12/2011 dalla Conferenza Stato Regioni per la formazione sulla sicurezza e salute del lavoro ai sensi degli artt. 34 e 37 del D.Lgs. 81/2008. Entrambi gli accordi sono in vigore dal 12/01/2012. Di seguito una breve descrizione dei loro contenuti:

  1. Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la formazione dei lavoratori, ai sensi  dell’articolo  37, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81; il documento prevede che:
    1. I lavoratori, i preposti (cioè i capi reparto, capi settore, capiufficio, ecc..) e i dirigenti debbano essere sottoposti a corsi di formazione, che devono essere completati entro il 11/01/2013, con le seguenti caratteristiche:
      Classe di rischio* Lavoratori Preposti Dirigenti
      Durata (ore) Note Durata (ore) Note Durata (ore) Note
      Basso 8 Sottoposti per la prima volta a formazione 16 Sottoposti per la prima volta a formazione 16 Sottoposti per la prima volta a formazione
      6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente 6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente 6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente
      Medio 12 Sottoposti per la prima volta a formazione 20 Sottoposti per la prima volta a formazione 20 Sottoposti per la prima volta a formazione
      6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente 6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente 6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente
      Alto 16 Sottoposti per la prima volta a formazione 24 Sottoposti per la prima volta a formazione 16 Sottoposti per la prima volta a formazione
      6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente 6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente 6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente
      * La classificazione del livello di rischio delle aziende viene fatta in base al settore ATECO di appartenenza, desumibile dal codice ISTAT dell’attività primaria
      (A)L’aggiornamento obbligatorio è previsto dopo 5 anni.
    2. neo-assunti vengano sottoposti ai medesimi corsi di formazione, entro 60 giorni dalla data di assunzione;
    3. Le disposizioni dell’accordo si applichino anche ai lavoratori autonomi e ai componenti delle imprese familiari di cui all’art. 230-bis C. C.;
    4. Le disposizioni non si applichino ai lavoratori stagionali (fino al 12/07/2013);
    5. A prescindere dal settore di appartenenza, i lavoratori che non svolgano mansioni che comportino la loro presenza, anche saltuaria, nei reparti produttivi, possano frequentare i corsi individuati per il rischio basso.
  2. Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sui corsi di formazione per lo svolgimento diretto, da parte del datore di lavoro, dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi, ai sensi dell’articolo 34, commi 2 e 3 , del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.; il documento prevede che:
    1. I Datori di Lavoro che vogliano svolgere direttamente i compiti di R.S.P.P. (nei casi previsti dall’Allegato II del D.Lgs. 81/2008), debbano essere sottoposti a corsi di formazione, con le seguenti caratteristiche:
      Classe di rischio* R.S.P.P.  – Datore di Lavoro
      Durata (ore)

      Note

      Basso 16 Sottoposti per la prima volta a formazione
      6 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente
      Medio 32 Sottoposti per la prima volta a formazione
      10 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente
      Alto 48 Sottoposti per la prima volta a formazione
      14 Per aggiornamento (A) o se già sottoposti a formazione precedentemente
      * La classificazione del livello di rischio delle aziende viene fatta in base al settore ATECO di appartenenza, desumibile dal codice ISTAT dell’attività primaria
      (A) L’aggiornamento obbligatorio è previsto dopo 5 anni, a partire dalla data di pubblicazione dell’accordo.

      a

      D.Lgs. 81/2008 – ALLEGATO II

      Casi in cui è consentito lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dei rischi (articolo 34)

      Aziende artigiane e industriali (1) fino a 30 lavoratori
      Aziende agricole e zootecniche fino a 30 lavoratori
      Aziende della pesca fino a 30 lavoratori
      Altre aziende fino a 30 lavoratori
      (1) Escluse le aziende industriali di cui all’art. 1 del Decreto del Presidente della Repubblica 17 maggio 1988, n. 175, e successive modifiche, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica ai sensi degli articoli 4 e 6 del Decreto stesso, le centrali termoelettriche, gli impianti ed i laboratori nucleari, le aziende estrattive e altre attività minerarie, le aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni, le strutture di ricovero e cura sia pubbliche sia private.
    2. In caso di inizio attività, i Datori di Lavoro che vogliano svolgere direttamente i compiti di R.S.P.P. (nei casi previsti dall’Allegato II del D.Lgs. 81/2008), debbano completare il percorso formativo entro e non oltre 90 giorni dalla data di inizio della propria attività.

La soluzione Studio R&D:

Data la complessità della materia, lo Studio R&D si rende disponibile, per le aziende che ne facciano richiesta, a fornire chiarimenti generali, a illustrare lo stato degli adempimenti applicabili nei singoli casi e a progettare ed erogare corsi specifici onde agevolare l’adeguamento normativo nel più breve tempo possibile.

Si ricorda che le docenze possono essere svolte sia presso le nostre sedi che presso le vostre sedi su tutto il territorio nazionale, usufruendo del servizio di Formazione Aziendale R&D.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Torna su