Prorogato al 30/6/2013 l’obbligo di redazione del dvr

Dal 1 luglio 2013 tutte le aziende, indipendentemente dal numero di soci e lavoratori occupati, dovranno essere in possesso del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), a dimostrazione dell’avvenuta valutazione di tutti i rischi presenti nei luoghi di lavoro.

Anche le aziende con meno di 10 addetti, quindi, dovranno redigere il DVR. Da tale data scadrà infatti il valore formale di un’autocertificazione elaborata ai sensi dell’art.29.

E’ opportuno sottolineare che il non adeguamento del DVR corrisponde, ai fini sanzionatori, ad una mancata valutazione dei rischi presenti nell’ambiente di lavoro.

Riportiamo di seguito le sanzioni previste per il datore di lavoro in caso di violazioni inerenti la stesura del DVR (art. 55 del D.Lgs. 81/08 così come modificato dal D.Lgs. 106/09):

1)     Omessa redazione del DVR: Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 €

2)     Incompleta redazione del DVR: Ammenda da 1.000 a 4.000 €

La soluzione Studio R&D:

Studio R&D ti permette di adeguarti rapidamente alle nuove normative in materia di DVR.

Evita di incorrere in sanzioni e rallentamenti della tua attività:

contatta oggi la nostra segreteria per maggiori informazioni e la valutazione del caso a inford@studiordsrl.com

Attenzione: tutti coloro che hanno sottoscritto un contratto continuativo con lo Studio R&D si possono considerare già assolti: i loro DVR sono infatti già conformi alla nuova normativa.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Torna su